Jeanne Lanvin, sempre

jeanne lanvin, siempre Foto: AFP

La più antica casa da cucito in Francia è ancora in vigore, oggi nelle mani di Alber Elbaz. Il Palais de Galliera ha raccolto più di cento abiti e accessori per questa retrospettiva, che rende omaggio a uno dei geni del cucito francese.


Di Lila Ochoa Una mattina di marzo sono andato a visitare questa mostra a Parigi. Già l'edificio, il Palais Galliera, costruito nel 1894 dall'architetto Paul-René-León Ginain per la duchessa di Galliera, provoca un profondo impatto per la bellezza della sua architettura. Donato allo stato francese a condizione che fosse un museo, è stato definitivamente dedicato alla moda nel 1977 dal sindaco di Parigi . Si entra attraverso un corridoio che conduce alla rotonda dove si trova la mostra. Nella luce fioca, per proteggere gli abiti, raccontano la storia di Jeanne Lanvin e le volte in cui ha dovuto vivere. "Per questa mostra abbiamo avuto due opzioni: scommettere sulla storia e fare una retrospettiva accademica con una serie di date, o seguire i nostri sentimenti, amare e ammirare gli abiti e toccare i cuori dei visitatori attraverso la bellezza di questi vestiti . Abbiamo creato una mostra attorno al sogno che è la moda e spero di sentire la gente dire "Mi sono innamorato di Jeanne Lanvin!". "Ha detto il direttore creativo del marchio, Alber Elbaz, il giorno del lancio della mostra. Infatti, Elbaz sa che tutti lasciamo la mostra un po 'più innamorata di questa donna che molte persone non conoscono. Ciò che più impatti di questo campione squisito è la padronanza delle tecniche di ricamo e la qualità dei tessuti. Praticamente tutto è fatto a mano, ogni abito è il risultato di centinaia di ore di lavoro. La signora Lanvin iniziò la sua carriera nel 1885 quando si stabilì come sarta in rue du Marché-Saint Honoré. Quattro anni dopo ha aperto il suo laboratorio all'angolo della rue Boissy-d'Anglas, dove oggi è ancora la sede. La casa ha iniziato a prosperare e non solo ha fatto vestiti, ma anche cappelli, sarti, ricami e coperte, e in seguito aprirono i reparti di bambini, abiti da sposa e pellicce. Con la nascita di sua figlia nel 1897, Lanvin ha avuto una nuova ispirazione e quella ragazza diventa la sua musa. Il logo della casa, progettato da Paul Iribe, riflette quella relazione intima tra madre e figlia. La madre e la figlia che ballano è il simbolo di Lanvin che trascende il tempo ed è ancora oggi utilizzato in tutte le creazioni della casa. Nel corso degli anni, Madame Lanvin si unì alla Sewing Union e riuscì così ad entrare in quel mondo esclusivo di case di haute couture, dove avrebbe servito le donne più sofisticate e glamour della società francese e, naturalmente, della società internazionale, che includeva attrici del tempo come Mary Pickford.
Il business ampliato e filiali a Deauville, Biarritz, Barcellona e anche a Buenos Aires aperto. Per festeggiare i 30 anni di sua figlia, ha creato uno dei primi profumi di una casa da cucire , Arpège, in una di quelle coincidenze della vita è stato il primo regalo del profumo di mia madre.

Lanvin era la casa che ha lanciato il nero come colore di moda francese, ma quello che divenne il suo colore fetish fu il cosiddetto blu Fra Angelico, tratto dagli affreschi dell'artista italiano. Nella mostra è possibile vedere in quel colore il famoso abito The Angel, una lunga ricamata in oro e argento con paillettes. Il blu era sicuramente il suo colore, perché molti degli abiti esibiti hanno diverse tonalità di questo, battezzati con nomi poetici come: vetro macchiato, celeste, firmamento, ecc. . Come una cosa curiosa, lei non solo battezzò i colori ma anche i vestiti, che non avevano riferimenti ma nomi. Anche se a prima vista il suo stile era semplice e modesto, in realtà era molto ricco di dettagli, come i volant, i pregiudizi, i ricami, il tutto in tessuti molto fini che rivelavano un virtuosismo nella tecnica. Di fronte all'ostentazione, Jeanne Lanvin ha definito il lusso come "qualcosa che non è evidente e letto solo in dettagli discreti". Ha proposto un lusso per se stessa, non per lo sguardo degli altri . Le sue creazioni hanno una forte influenza medievale; Era un appassionato di araldica militare 'che lo affascinava e spesso usato come motivo decorativo. Viaggi, tessuti esotici e libri d'arte, sono solo alcuni degli elementi che hanno arricchito la loro immaginazione per creare tessuti, modelli e colori. Si può dire che Jeanne Lanvin è l'arte della materia: il virtuosismo di competenza.
Powered by Blogger.