La scena politica colombiana ha bisogno di donne

el escenario político colombiano necesita mujeres foto: Donne delle Nazioni Unite

In Colombia ci sono più donne che uomini. Tuttavia, ciò non si traduce in cifre significative per l'accesso e la rappresentanza in posizioni pubbliche. Perché questa disuguaglianza è mantenuta?


Di Julia Alegre Le donne rappresentano il 51,6% della popolazione in Colombia. Ma pesano per essere una maggioranza nel paese, non beneficiano ancora di una pari rappresentanza all'interno della politica. Non lo hanno come elettori, né come candidati. Secondo il National Registry, le elezioni del 2014 avevano 17.043.963 donne qualificate per votare, superando di poco più di un milione gli uomini registrati per esercitare il loro diritto di voto (15.751.999) . In altre parole, su poco più di 32 milioni di colombiani inclusi nel censimento elettorale, più donne possono esercitare il diritto di voto rispetto agli uomini nelle diverse elezioni tenutesi nel paese. Guarda il video: "Women in politics" La leadership e la partecipazione politica delle donne sono fondamentali per rafforzare la democrazia, lo sviluppo e la pace in Colombia. Lo dicono i rappresentanti delle donne delle Nazioni Unite nei colloqui con Fucsia. co . Secondo i dati di questa agenzia delle Nazioni Unite, i colombiani rappresentano solo il 13% di quelli in posizioni elettive a livello locale . Il 16% corrisponde a consiglieri, il 17,9% a deputati, il 9,8% a sindaci e il 9,3% a governatori. Così, secondo il Gender Gap Index del 2014 stilato dal World Economic Forum, persiste il divario di empowerment politico in Colombia le donne Il paese occupa 67 dei 142 paesi che compongono questa classifica, il che significa una diminuzione di 12 posizioni rispetto alla misurazione dell'anno precedente .
Questo perché meno l'accesso a un'istruzione di qualità, i contatti e le risorse ha richiesto che permettono leader di consolidare la partecipazione efficace e così Pertanto, partecipare alla democrazia, dice l'indice.
- La luce alla fine della strada -
Ma le prospettive sono positive. Dal 1954, quando i colombiani sono riusciti a raggiungere il loro diritto di andare alle urne, il numero di donne legate alla politica del paese è aumentato.
Anche grazie a disposizione la cosiddetta 'legge sulle quote' - Legge 2011- 1475, che obbliga i partiti politici a conformare le loro liste con almeno il 30% di partecipazione femminile perché ha la stessa percentuale di presenza femminile in posizioni di pubblica amministrazione.
Anche se per molti questa legge diventa un requisito piuttosto che un passo avanti. Eduardo Acostamadiedo e Daniel Cardenas assicurato nella sua domanda di ricerca o requisito l'impegno?: partiti politici e donne alle elezioni al Congresso del 2014, che "è evidente che la quota di genere, di per sé, non è un meccanismo sufficiente per superare la discriminazione nell'arena elettorale"

Secondo le cifre gestite dal National Registry of Civil Status, le elezioni per eleggere le autorità locali nel 2011 e con la riforma dei regolamenti in vigore, hanno avuto 36.137 candidati per cariche pubbliche. Di questi, sono stati eletti 3.846, contro 13.339 eletti. Un numero ben al di sopra di quelli registrati alle stesse elezioni svoltesi nel 2007: 16.972 donne si sono presentate e solo 1.826 sono state elette per unirsi alle Governance, ai municipi, ai consigli, alle assemblee e ai consigli di amministrazione locali. Per quanto riguarda la partecipazione delle donne al Congresso della Repubblica, negli ultimi 13 anni, la loro presenza non ha superato in media il 12% del numero totale di posti , come indicato dall'Osservatorio sui problemi di genere del Consiglio superiore per l'uguaglianza delle donne. Attualmente, 49 donne costituiscono il Congresso della Repubblica istituito nelle ultime elezioni di marzo 2014: 28 nella Camera dei rappresentanti e 21 al Senato La sua presenza rappresenta il 32,73% del totale di 2.291 candidati che aspiravano a diventare membri del Congresso. Cioè, in questo caso, il margine stabilito nella legge statutaria 1475 del 30% è stato raggiunto. Per Martha Ordóñez, consigliere presidenziale per l'equità delle donne, vi è l'urgenza di incorporare più donne nella sfida di assumere posizioni politiche. " Abbiamo urgentemente bisogno che le donne partecipino di più alla politica, non abbiano paura. Gli uomini hanno un grandissimo vantaggio nelle campagne politiche e nei processi politici, abbiamo bisogno di essere presenti, nei consigli, nei municipi, nei governatorati, come consiglieri perché abbiamo le capacità e le qualità ", ha assicurato Fucsia. co L'uguaglianza delle donne e la loro partecipazione attiva e il rappresentante in politica è diventato uno dei bastioni del governo di Santos. Campagne come ad esempio i cosiddetti Più donne, più democrazia, che sarà presentato prossimamente a Medellin , sostenuta da donne delle Nazioni Unite e di genere Meda Cooperazione Internazionale, sono esempi.
Powered by Blogger.