Rotture & # x2026; la cosa difficile è non superarli, ma accettarli

rupturas… lo difícil no es superarlas, sino aceptarlas Immagine: Ingimage

Colonna di opinione. Non so ancora con certezza se il dolore degli ultimi mesi sia stato il prodotto dell'amore profondo che ho sempre pensato di avere nei suoi confronti o un effetto di paura della mancanza di abitudine.



Di Eliana Paola P & ez S.



Quattro anni di relazione, una proposta di matrimonio e un appartamento in nome di entrambi, no Erano sufficienti ragioni per continuare. E loro non dovevano essere. In effetti, negli ultimi tempi sono questioni materiali e morali che spesso ci legano a ciò che non ci unisce. Ancora non lo so Certamente se il dolore degli ultimi mesi è stato il prodotto dell'amore profondo che ho sempre pensato. avere verso o un effetto di paura della mancanza di abitudine. Quello che so s & eacute; è che c'è una parola che non costa pronunciare ma che a volte, quando siamo accecati da un sentimento, è difficile applicare: la dignità. E questa è esattamente la chiave dell'intera storia.



Il primo giorno inviato & iacute; è stata colpa mia È comune vedere quante coppie separano il pensiero di mille opzioni per incolpare l'altro e persino, per dare ragioni sbagliate su ciò che entrambi devono fare. I primi giorni la testa è sul pieno di ragioni per voler andare via o forse, per cercare di riportarlo indietro perché non era la decisione migliore: vale la pena lottare per quello che vuoi. Un barbone mentale. Non è una questione di colpa ma esplorare i sentimenti reali.



Poi vengono gli incontri per parlare di quello che è successo. quella fine in palio. Quelli riforniti sui social network e con gli amici per vedere dove cammina mentre soffri. La cella accanto per vedere se sei incoraggiato a chiedere perdono o se cerchi un modo per avere una nuova chat. Quelli pianto di notte fino ad addormentarsi e tenta di uscire con gli amici per bere e dimenticare il cattivo gusto. Ciò non funziona neanche perché uno finisce per pensare frustrato a quanto bene l'altro potrebbe averli superati a pochi chilometri di distanza. e dispettoso messaggi, rimpianto o di orgoglio; tutti nella tua casella di posta, in precedenza ha FIUME due senza risposta



Durante i fine settimana e festivi dalle disastro perché ci sono due opzioni. piazze amici fanno progetti con i loro partner o single che esce, ma inevitabilmente caduta o la terza opzione & oacute;. n, stare in pigiama o felpe a guardare pel & iacute; particelle senza bagnare il culo e mangiare fino a scoppiare. E la famiglia alla ricerca di un modo per migliorare invitandoti al cinema, per visitare i club o qualsiasi piano che inevitabilmente ti ricorda l'unica cosa che c'è.



Ma il momento cruciale arriva quando raggiunge il punto di massimo decadimento, dove la routine del processo si allunga. Le calze, le felpe e il pigiama, il cibo, i messaggi e i pianti continuano con uno, mentre l'altro continua con la sua vita. È lì quando dobbiamo iniziare ad accettare e vivere la sensazione di dolore che questo ci genera. Con dignità



Non è nemmeno valido pensare ai vantaggi che questa sofferenza porterà; al futuro perché nel momento in cui vivi tutto è un cliché. Fa male e ora. La famiglia, gli amici, il capo, i vicini, il tassista; tutti ti diranno la stessa cosa: tutto accade per qualcosa. Ora o dopo sentirà esattamente la stessa cosa. Che la gestione sia diversa è un'altra cosa. La realtà è che non sei il primo a subire una vergogna. Ci è stato detto che ci amano e basta. siamo disillusi. Chi non li ha toccati è fortunato e forse dovrebbe dire che è meglio aspettarli.



La fine di una relazione è un argomento che dovrebbe essere trattato come un duello che tocca dal vivo, quasi sempre il male. Per capire che siamo molti nel mondo e ci sono infiniti modi per accettarlo. Ma più di questo è accettare che nella vita reale le cose finiscano e quando durano, devi avere una maturità emotiva (palle) sufficiente per farla durare. Ma è una decisione di due.



Non si tratta di avere 20, 30, 40 e oacute; 50 anni. Feel si applica a tutti e, qualunque cosa essi dica, è un problema irrazionale. Pertanto, il primo passo è accettare che ci sia una rottura e che se ci sono stati tentativi falliti di restituirlo è perché non lo restituirà mai quanto ci costa perdere. E se c'è il rischio che tornerà, non tornerà mai più nello stesso modo in cui lo ricordiamo. La ragione viene quando viene accettata, quando c'è già un punto di caduta in cui la dignità è l'unica cosa che ci salva.



Accetta l'esistenza di una nuova relazione per la quale è necessario combattere: per s & iacute; stesso. Accetta quella fortuna o sfortunatamente culmina. Accetta che ognuno dei due ha il diritto e il dovere di seguire e conoscere più persone, non rinchiudersi nella sensazione di sentimenti persi o cercare spiegazioni che non esisteranno più; risposta. Accetta quei fine settimana in pigiama o felpa, guardare film e ignorare il resto del pianeta (che esiste ancora) non sono la soluzione. Che l'usura mentale di pensarci aumenta la sensazione di vuoto e il bisogno di sapere in cosa? l'altro scende al livello intellettuale. È necessario vivere il dolore e concedersi il tempo necessario per sentirlo, ma non rimanere dentro. Pensa a & iquest; vale la pena continuare così?



L come le chiavi sono: dignità e accettazione. Dopo ciò, ciò che viene è il profitto. I frutti che porta al futuro possono essere molti o pochi, lo stesso, ci sarà sempre. Arrivare all'idea è la prima fase per raggiungere il punto in cui ogni appassionato vorrebbe essere: la tranquillità. E non dimenticare i benefici della programmazione neurolinguistica, NON frasi come: sto facendo l'amore, il problema sono sempre io, a questo ritmo, chissà se un giorno mi sposo, tutto e Sono tutti uguali, sto impazzendo, o per cosa? Ho risolto.



La magia inizia quando si accetta la sconfitta emotiva che viene eliminata da sola, mentre si vive la vita come vale la pena fare: cercare nuovi modi per sentirsi di nuovo felici

Powered by Blogger.