Qual è la politica della donna? La politica delle donne è tutto

"¿cuál es la política de la mujer? la política de la mujer es toda" foto: LIMPAL

A un secolo dalla creazione della Lega internazionale delle donne per la pace e la libertà, le richieste di pace e inclusione delle donne sono più che valide. La commemorazione a Bogot dei suoi 100 anni ha lasciato queste conclusioni.


In termini di inclusione delle donne e di equità di genere, un secolo sembra non essere abbastanza tempo per ottenere progressi significativi. Esattamente 100 anni fa, la Lega internazionale delle donne per la pace e la libertà (LIMPAL) ha iniziato la sua lotta per il raggiungimento della pace nel mondo. Un obiettivo che necessariamente deve includere le donne come individui con capacità decisionali e influenza sulle politiche pubbliche. Un secolo dopo, le richieste di LIMPAL sono ancora più che globali e la Colombia non fa eccezione. A Bogotá, importanti donne della lotta femminista si sono riunite qui venerdì per commemorare la data e affrontare le sfide che ancora persistono nel paese in relazione alla protezione, alla garanzia e alla difesa. dei diritti delle donne nel conflitto armato e anche in un possibile conflitto post-bellico. "Dal 1998, la sezione colombiana di LIMPAL ha lavorato per influenzare la politica con linee chiare: le donne hanno il diritto di partecipare alla costruzione della pace. Vogliamo una risoluzione del conflitto negoziato, chiediamo il disarmo e la partecipazione al tavolo dei negoziati ", ha detto Katherine Ronderos, direttrice di LIMPAL in Colombia. I Ronderos hanno approfittato dell'occasione per evidenziare il lavoro delle numerose organizzazioni femministe e dei loro sforzi per ottenere l'impatto politico delle loro proposte. "Non siamo nelle notizie, ma siamo nei territori". Riflessioni durante il dibattito: 1. Rivitalizzazione delle donne Gli oratori hanno concordato sul fatto che uno dei problemi più seri affrontati dalle donne colombiane è la continua rivittimizzazione a cui sono sottoposti, non solo in tempo di guerra. Lo ha indicato Carmen Magallón, PhD in Physical Sciences e Presidente di LIMPAL Spagna: "siamo concettualizzati come un gruppo vulnerabile e da quella costruzione simbolica siamo incapaci" . Per gli spagnoli, oltre ad essere oggetto di violenza e di essere vittime, le donne possiedono le proprie capacità che danno priorità alla sostenibilità della vita rispetto ad altri valori. "È un modo di concepire la vita che deve essere imposta al militarismo e ai modi attuali di concepire le risoluzioni dei conflitti". Leggi l'intervista a Martha Ordóñez, alta consigliere presidenziale per l'equità femminile "Una donna colombiana non dovrebbe essere nominata solo quando è una vittima" 2. Esclusione dalle aree pubbliche Katherine Ronderos detto che la storia ha molti riferimenti di donne lotta attiva per essere parte dei processi decisionali. Tuttavia, "Le donne non sono nella storia di questo paese, né a livello internazionale," . Questa idea prende le basi di radice in modo differenziato come è culturalmente concepita donne sociali rispetto per l'uomo sociale. Questo ha causato "l'isolamento di questi nell'ordine sociale prevalentemente simbolico." Come indicato da Luz Gabriela Arango, direttore della School of Gender Studies presso l'Università Nazionale, "" salva la memoria della lotta delle donne per pace. " Leggi l'intervista a Josefina Klinger, Woman Cafam 2015, "Ho deciso di inviare stereotipi e povertà all'inferno" 3. La politica non è un'area di nessun genere È stato indicato che considerando che le donne sono "naturalmente pacifisti" è un equivoco . Ciò è stato evidenziato nel primo congresso dell'Aia, tenutosi nel 1915, con il quale è stata istituita la Lega internazionale delle donne per la pace e la libertà. Molte donne che hanno partecipato all'evento, organizzate per ottenere il suffragio delle donne, hanno rifiutato di lasciare che l'appuntamento fosse inquadrato in una riflessione per lasciare il posto alla Prima Guerra Mondiale, in corso in quel momento. Inoltre, considerando che ci sono determinate aree della vita in modo appropriato donne e altri uomini, è anche un errore concettuale. Questo è il caso della pace e della politica, complotti culturalmente e simbolicamente considerati puramente maschili. "Qual è la politica della donna? La politica della donna è tutto" , è stato detto durante la conferenza. 4. I ponti tra le organizzazioni femminili per avere un impatto maggiore Il lavoro di un secolo di LIMPAL ha dimostrato la capacità delle donne di mantenere i legami tra i lati opposti. Per illustrare questa idea, sono stati citati i casi di Liberia, Sud Africa o conflitto palestinese. È quella che viene chiamata "compassione intelligente", la capacità di mettersi nei panni dell'altro. I leader che partecipano all'evento hanno sottolineato che in Colombia è necessario che le organizzazioni femminili con scopi simili promuovano una maggiore interazione tra loro, in modo che le loro richieste raggiungono i tavoli negoziali. "Il corpo di una donna non garantisce il pensiero di una donna" , si è assicurata.
Leggi l'articolo 'donna nera più inclini alla violenza domestica'
5. il processo di pace è fatto nei territori
"all'Avana non faranno la pace, devono firmare accordi. costruzione della pace nei territori ", ha detto Pastora sguardo Garcia, un ex consigliere di San Carlos de Antioquia. il processo di pace, come indicato, è un processo che richiederà tempo per assimilare e consolidare, e va al di là del tavolo delle trattative, preambolo necessario per raggiungere la pace. 6. La pace deve coinvolgere tutti I relatori hanno ribadito durante l'incontro che la pace può essere raggiunta solo se uomini e donne lavorano insieme per raggiungere tale scopo. "La pace non è isolata dalle donne, abbiamo bisogno di uomini e dovremo pensare a come integrarli" .
Powered by Blogger.