Questo è stato il modo in cui il disegno è diventato il mio modo di combattere la depressione

"así fue como dibujar se convirtió en mi camino para combatir la depresión" Illustrazioni: Ana Mess

L'artista Ana Mess, diagnosticata con depressione, ha condiviso con Fuchsia come l'arte aiuta a far fronte a questa malattia silenziosa, che colpisce più di 300 milioni di persone nel mondo.





Non mi sono mai considerato; Sono stato in grado di disegnare o dipingere, infatti, quando ero un bambino, mi hanno dato alcuni bei documenti e carte in modo che potessi iniziare a provare e dopo i risultati, una donna ha detto che mai nella mia vita avrei dovuto farlo. anche prendere in considerazione la possibilità di provare qualcosa nell'arte.



Ho detto più volte che il mio primo ricordo è di piangere sul retro di un enorme cane di peluche di nome Bruno quando avevo sei anni ed è vero. Ho sempre sentito triste, o così L'ho considerato Per lungo tempo, fu l'unica definizione che conoscessi per descrivere quel profondo dolore che mi accompagnava. Mi sono trovato a strappare senza motivo apparente molte volte e con il passare degli anni l'ho semplicemente considerato. era normale



A scuola, già grande, ho cercato di isolarmi, andavo alle nicchie per leggere da solo e nei giorni più difficili ho implorato mia madre. lasciarmi restare a casa, nascosto tra le coperte. Nessuno di noi ha capito cosa stava succedendo, per lei era una questione di ribellione e cattivo atteggiamento insieme a quella rarità che mi ha sempre caratterizzato. Per me, era l'incapacità di affrontare la vita, di gli altri



Mentre studiavo il design, sono arrivato. la prima grande crisi che quasi termina con la mia vita. Le persone non lo capiscono, ma la depressione può essere una condizione mortale. Perdita e iacuto; molto peso, soffri insonnia cronica per più di un anno e mezzo, saltò tra attacchi di claustrofobia e polmonite; gastrite e ernia iatale e infine lasciarsi andare per differenziare i sapori. Non era una persona, era come un'ombra che vagava senza significato e senza forza. Sulla strada e dopo molte ricerche, trova due meravigliosi terapeuti che fino ad oggi non solo hanno accettato questa malattia ma possono sopravvivere nonostante ciò.



Non sappiamo molto sulla malattia mentale perché storicamente sono rimasti segreto, qualcosa che non è parlato, la depressione è stata persino definita un peccato, c'era un tempo in cui veniva chiamato assedio.



Mentre mi stavo riprendendo dalla crisi, ho iniziato per trovare maggiori informazioni sull'argomento e credo che potrei affrontare il seguente perché so cosa ho. Ho sbagliato completamente, non potrei mai sapere tutto su questa malattia. Ogni caduta è diversa, come un'impronta digitale, motivo per cui non è sempre facile da rilevare nella sua infanzia.



Leggi anche: Testimonianze di celebrità che hanno sofferto di depressione post-partum



Un paio di anni fa mi sentivo molto male, tuttavia potevo mangiare e dormire, anche più che in altre volte, ecco perché non ci credevo. cadere di nuovo in quel profondo pozzo. Volevo affrontare quell'angoscia per me stesso e in quel processo un pomeriggio al lavoro decisi Ho preso uno sharpie e il mio taccuino per disegnare quello che stavo sentendo, volevo avere i tratti del percorso di quella montagna russa che è vivere con la depressione, la sensazione di aver bisogno di una gru per lasciare il letto e quel nodo nella gola che sembra solo diventare sempre più stretto.



Il disegno era il modo in cui stavo cercando di evitare di nuovo la terapia, ho pensato che non fosse giusto tornare dallo psicologo e dirle che ero di nuovo in crisi, Mi dispiaceva per lei che lei avesse lavorato così duramente con me. Alla fine dovevo tornare nel suo ufficio, tornare alle pillole e continuare a cercare di affrontare il giorno dopo giorno con quell'enorme pietra su di me.



In ogni query ho mostrato il taccuino con i miei scarabocchi e dopo un po '; & Ngela, il mio psicologo insinu che dovrebbe fare un libro. Voglio dire, l'ho ignorato, e ho aspettato che il soggetto non è stato discusso di nuovo. Questo abbassamento era molto più rivelatore di altri, per qualche motivo non potevo smettere di cercare, cercare, leggere, vedere, chiedere informazioni sulla depressione.



In qualche modo avevo deciso di rimanere vivo, anche se ho (e ho) molto chiaro che non sarò guarito, non voglio rimanere impantanato in quel disprezzo, Avevo bisogno di un po 'di calma e testardamente con l'idea di trovarlo.



Il soggetto del libro non l'ha mai lasciato. essere sul tavolo e con molta riluttanza, annoiato, terrorizzato e triste per cominciare; lavorare su quel progetto. In quel periodo avevo iniziato a sperimentare con acqua e pigmenti, un grande maestro fu d'accordo. guidami sulla strada e per la prima volta ho sentito che c'era un posto nel mondo per me. Abbiamo una galleria con una piccola mostra delle mie illustrazioni e dei miei dipinti piace prendere un libro che vuole solo mostrare le scene quotidiane di una vita con depressione.



Qued &; esausto, sorpreso ma soprattutto mosso dalla risposta delle persone che lo hanno tenuto tra le mani. Quello che pensavo fosse semplicemente un lavoro di autoesorcismo era prezioso per gli altri, si trovavano rappresentati, volevano lasciare i loro rifugi per incontrare qualcuno che capiva cosa stava succedendo a loro, chi non lo faceva. alle prove e che credeva che ci fossero modi per affrontare quel mostro.



Senza essere di notte tutto sembra molto nero, è proprio così Come definisco cosa deve essere depresso e in questo processo ho trovato un modo per vedere al buio.



Potresti essere interessato: Depressione, & quot; è veramente e come viene trattato?




Ana Mess Cerca nel tuo libro le persone che soffrono di depressione per capire Non sono soli e sono incoraggiati a parlare dell'argomento.



Quando ho pensato che non avrei mai avuto qualcosa nella vita che mi ha motivato ad alzarmi e fare cose, ho trovato in pochi rapidi passi, e inchioda il modo di trasformare la depressione in un progetto di vita.



Il disegno era una sorta di terapia, un modo di fare catarsi e comunicare con i colpi cosa Non potrei dire con le parole.



Questo libro è stato l'inizio di una nuova fase. Non sono mai riuscito a finire qualcosa prima, il mio sperma è auto-sabotaggio e fino all'ultimo ho fatto del mio meglio per non toglierlo. In un primo momento è stato solo cuesti & oacute; n per completare un progetto, ora è mi ha motivato a conoscere m & aacute; s in merito a questo mostro che accompagna molte BAMBINO Aa e parlato poco




Ana Mess




Lee anche & eacute; n



- 8 pensieri che non ti permettono di essere felice



- Questo è il rapporto & oacute; n tra ciò che si mangia e il tuo stato & aacute; nimo



Powered by Blogger.