Beyonc, JLo e Kim Kardashian: l'onnipotente della moda

beyoncé, jlo y kim kardashian: las todopoderosas de la moda Foto: Mix di immagini AFP

Un'immagine virale ha paragonato gli abiti di questa troia di donne con gli abiti di alcune attrici porno, apparentemente più sobrie delle celebrità. Quindi, come hanno fatto queste celebrità ad arrendersi al mondo della moda?


Né l'impressionante capo XXL di Guo Pei indossato da Rihanna, né l'abito circolare di Solange Knowles, nemmeno le fiamme in testa a Sarah Jessika Parker sono stati i momenti salienti del gala del Metropolitan Museum di New York. L'evento, che è diventato uno dei più importanti eventi della moda anno dopo anno, ha reso possibile parlare sui social network di questa foto che diffuso su Internet. Foto: Twitter br> Potrebbe essere chiaro un altro confronto tra i vestiti migliori e quelli peggiori. Ma no È un'immagine in cui un parallelo è fatto tra il modo di vestire di alcune attrici porno (a sinistra. Immagine scattata durante la cerimonia di premiazione di AVN "Adult Video News" e l'abito delle celebrità al gala di MET. Per molti utenti di Internet, l'evidente battaglia delle trasparenze viste sul tappeto rosso del MET in figure come Beyoncé, Kim Kardashian e Jennifer Lopez si sono scontrati con un sobrio sentore di donne nell'industria del porno. Altri utenti di social network hanno affermato che i vestiti non hanno nulla a che fare con il rispetto di se stessi. "Le persone confrontano le donne di #MetGala con le attrici porno, come se il rispetto di sé avesse a che fare con ciò che decidi o non usi" affermando @anacristinai sul loro account Twitter. Le regine della moda? Se gli anni '90 erano dominati da modelli sottili e perfetti, irraggiungibile, il nostro tempo ha lasciato da parte quell'alone di esclusività e ha dato campo ad un altro tipo di donne , che sebbene non smettano di essere dei sogni, inquadrano altre personalità, corpi e dimensioni. Foto: AFP Ma anche opulenza, mostra e Imperi attorno a una figura. In realtà, questo potrebbe riassumere le storie delle attuali regine dei tappeti: Beyoncé, Jennifer Lopez e Kim Kardashian. Le tre donne che si sono inginocchiate nel mondo della moda hanno quel tocco, "dal blocco" come direbbe JLo. Senza apparenti radici nel settore, impulso a impulso, o meglio click-to-click, sono stati resi noti e sono stati accettati nei circoli più esclusivi. Un ingresso più sacrificale che trionfale che viene annidato al loro aspetto, ai loro armadi e ai loro mozziconi al centro dell'occhio. Questo, naturalmente, senza ignorare i talenti di ciascuno. Beyoncé e JLo sono riusciti a raggiungere il top della musica e hanno avuto altri discreti successi nel cinema. Kim Kardashian, d'altra parte, ha saputo sfruttare la sua immagine e creare una macroindustry Gestito con un buon occhio d'affari intorno a tutto il tuo : creme, vestiti, trucco, tacchi, ecc. Foto: AFP "La First Lady del #Fama, "è così che Martha Stewart ha definito Kim per la rivista TIME, che le ha dato il 12 ° posto nella categoria Titans tra i 100 più influenti al mondo . Infatti, nella stessa lista, suo marito, Kanye West, è stato proclamato il più influente del 2015, detronizzando Beyoncé. "La devozione al Kardashian mi fa pensare solo a un mondo che soccombe al denaro e questo lo rende l'unico criterio per costruire i suoi eroi > ", afferma Angelica Gallón, caporedattore della rivista Fuchsia. Gallon aggiunge che i designer, una volta "guardiani dell'eleganza" hanno perso la strada quando si prostrano davanti al miglior offerente o al famoso di turno. "Il Kardashian incarna in questo modo l'industria dell'intrattenimento ha permeato la moda fino al punto di lasciarla senza i propri criteri. Cos'altro possono fare i designer, ma vestire questa donna che rappresenterà un vero ritorno sulle loro vendite. La moda, quella di altre ere, è morta e il gal di Met con la sua tripletta J. Lo, Kardashian e Beyonce, è la più grande prova di ciò ", dice. Quanto durerà il regno di questo trio è lo sconosciuto che può essere conosciuto dopo diversi clic. Foto: AFP
Powered by Blogger.