In Colombia, le donne scelgono, ma non siamo eletti

en colombia las mujeres elegimos pero no somos elegidas Immagine: Ingimage.

Questa è la conclusione di uno studio condotto dalla House of Women con dati delle ultime elezioni regionali.


In Colombia, le donne rappresentano circa il 50% del censimento elettorale, ma solo il 16% dei sindaci e governatori della Colombia sono donne s. Questa è stata la conclusione di uno studio di Casa de la Mujer, che ha analizzato i risultati delle ultime elezioni regionali in Colombia il 25 ottobre. Vedi anche: "Lo scenario politico colombiano ha bisogno di donne". Di 1109 sindaci in Colombia, solo 130 donne sono state elette, e dei 32 dipartimenti, solo 5 donne saranno governatori nel periodo 2016-2019. Questi risultati mostrano un aumento rispetto al periodo precedente (2012-2015) in cui c'erano tre governatori e 108 sindaci. I dipartimenti con la più alta rappresentanza femminile sono i Vaupés (33%, un sindaco in 3 comuni), Cesar (24%), Chocó e Córdoba (23 percento) e Caquetá (20 percento). Antioquia è il dipartimento con più sindaci (16), ma rappresenta solo il 12% del totale. In sette dipartimenti non c'è una sola donna sindaco: Amazonas, Guainía, Guajira, Putumayo, Risaralda, San Andrés e Vichada. "Penso che questo abbia a che fare con alcuni stereotipi macho, secondo i quali la donna è meno adatta a governare" , dice Olga Amparo Sánchez, coordinatore della Casa de la Mujer, a Fucsia. co, sulle cause della bassa partecipazione delle donne nella politica colombiana. "Allo stesso modo, nelle parti non ci sono politiche per incoraggiare la partecipazione femminile", aggiunge Sanchez. Immagine: House of Women. Immagine: House of Women. "Mentre c'erano alcuni progressi nella rappresentazione delle donne, e alcuni di quelli eletti hanno sollevato gli striscioni della rappresentanza femminile e l'uguaglianza tra uomini e donne come strategia per vincere i voti, infatti nessuno di loro ha, ad oggi, un programma governativo che ha come uno dei suoi pilastri la trasformazione delle situazioni di oppressione e la subordinazione delle donne in i territori ", aggiunge lo studio. Per Martha Ordóñez, consigliere presidenziale per l'equità delle donne, c'è l'urgenza di incorporare più donne nella sfida di assumere posizioni politiche. "Abbiamo urgente bisogno che le donne partecipino di più alla politica, non siano spaventate, gli uomini hanno un grandissimo vantaggio nelle campagne politiche e nei processi politici, abbiamo bisogno di essere presenti, nei consigli, nei municipi, nei governatorati, come consiglieri perché abbiamo la capacità e le qualità ", ha assicurato Fucsia. co.
Powered by Blogger.