La ragazza di 18 anni brucia viva per evitare di essere violentata dai jihadisti

joven de 18 años se quema viva para evitar ser violada por los yihadistas Foto: AP

In Siria una ragazza di 18 anni è stata bruciata viva per evitare di essere violentata dallo Stato islamico.



Stanco di essere soggetto ad abusi sessuali che vengono attribuiti senza alcun tipo di controllo ai jihadisti, Yasmin, una giovane donna siriana di 18 anni, ha deciso; prendi fuoco per evitare di essere rapito e violentato di nuovo. Secondo quello che lei gli ha detto; alla rete informativa ITV, era fuggita dal luogo in cui il gruppo l'aveva rapita, per andare a vivere in un campo profughi in Iraq.



Vedendosi bloccata da tanta pressione e paura, decise cospargere di benzina su tutto il corpo e accendere una luce per evitare di vivere nuovamente questa situazione. Ho pianto tutto il tempo e, il più delle volte, ho sentito la voce dei membri dell'ISIL. Ero così spaventato che non ce la facevo più e queste sono le conseguenze .



Jan Ilhan Kizilhan, psicologo della giovane donna, ha confermato che prima che Yasmin fosse bruciato, ha avuto un incubo in cui è stata catturata e violentata, così nell'unica cosa che poteva pensare era come potrebbe diventare brutto in modo che questo gruppo di terroristi se ne vada; in pace.



Stiamo ancora lottando per capire come le persone con una mentalità così atroce commettano tali atti. Le donne in Siria sono in pericolo permanente, i membri dello Stato islamico sono il loro principale nemico, vengono violentati, sessualmente ridotti in schiavitù e persino trasformati dalle loro prostitute. I bambini di tutte le età sono soggetti a questi crimini e il peggio è che questo tipo di abuso nei loro confronti è giustificato dal jihadid, un obbligo religioso che deve essere rispettato dai musulmani, dove la violenza l'abuso sessuale contro le donne è diventato un aspetto centrale della loro ideologia.



& iquest; In che misura una semplice ideologia può consentire la violazione dei diritti di un essere umano?

Powered by Blogger.