Le futili campagne virali dei social network

Charlie Charlie, la Ice Bucket Challenge o una lattina di Coca Cola tra i seni per combattere il cancro al seno. Sono state campagne con un effetto meditativo ma non profondo. Cosa c'è dietro queste inutili azioni virali?


Quale sarà la Ice Bucket Challenge del 2015? Alcuni già credono di avere la risposta. Questa è la 'Sfida in possesso di una bottiglia di Coca-Cola con il tuo seno' (il nome parla da solo ) che molte donne stanno già facendo su YouTube. (Leggi anche La sfida del secchiello del ghiaccio è usata per qualcosa?)



L'idea, che sta già diventando virale, è stato Tedesco porno attrice Anike Ekina, che ha postato il video sulla sua pagina Facebook , invitando i loro fan a fare la sfida e donare soldi per le organizzazioni che combattono il cancro al seno. (Vedere anche ¿fallisce la lotta contro il cancro al seno?)
Tuttavia, non molti sono convinti della potenza di tali campagne. La Breast Cancer Research Foundation, negli Stati Uniti, ha dichiarato alla rivista Esquire che non ha nulla a che fare con questa campagna e non accetterà donazioni per suo conto. "Da un lato, le donne malate di cancro sentono che la nostra sessualità e femminilità non si trovano nella ghiandola mammaria. Quindi queste organizzazioni vengono a rinforzare l'idea che i seni siano la cosa più importante, specialmente se sono carini, soprattutto se sono finti, ", Peggy Orenstein, una sopravvissuta al cancro al seno, ha detto Usa Today. Come queste, altre sfide hanno avuto una risposta mediatica, ma non profonda a prescindere dal progetto che conducono. La campagna "Tenere una bottiglia di Coca-Cola con il petto" non è la prima a sradicare il cancro. Altri esempi includono: "Motoscafo per cancro al seno", che consisteva nel mettere la testa e spostarla rapidamente tra i seni di una donna. Il vero potere di questo tipo di organizzazione non è chiaro campagne. Sebbene con la Ice Bucket Challenge siano stati raccolti circa 100 milioni di dollari in tutto il mondo per i pazienti con sclerosi laterale amiotrofica, in Colombia sono stati raccolti solo 50mila pesos per questa causa. Alla lista delle azioni virali viene aggiunta la più recente chiamata Charlie Charlie, una sorta di scheda Ouija moderna che ha causato diverse crisi nervi ai giovani colombiani e che si è rivelata una campagna promozionale per il film La galca. Un'altra memorabile è la Kylie Jenner Challenge , che ha causato danni fisico a molti giovani che guardavano attraverso l'aspirazione di occhiali per ottenere "naturalmente gonfiano" le loro labbra e quindi assomigliano al più giovane del clan Kardashian. I giovani sono i più vulnerabili a praticare questo tipo di sfida. Pertanto, il Ministero della Pubblica Istruzione ha invitato genitori e insegnanti ad accompagnarli. "I social network hanno molti vantaggi, ma hanno anche il rischio che sia molto importante evocare attraverso la procedura di accompagnamento che gli adulti responsabili fanno " , ha detto il vice ministro della scuola materna, istruzione di base e dei media, Luis Enrique García de Brigard in una dichiarazione. Se Charlie Charlie ha causato esaurimenti nervosi a diversi giovani, non vogliamo immaginare se queste sfide, che erano virali in diverse parti del mondo, fossero diventate di moda in Colombia: La Sfida del sale e del ghiaccio Chi lo fa dovrebbe mettere un poco sale sulla pelle, sopra un cubetto di ghiaccio e tenerlo il più a lungo possibile. La sfida alla cannella Chi praticava ha consumato un cucchiaio di polvere di cannella in meno di un minuto, senza l'aiuto dell'acqua.
Powered by Blogger.