Editoriale: Le donne ai nostri giorni festeggiano o no?

editorial: a las mujeres en nuestro día ¿celebramos o no? Illustrazione www. aitch. ro

Se creiamo o no il Da de la Mujer, dobbiamo festeggiare con ardore. In un mondo in cui le libertà sono minacciate, l'autoconsapevolezza è il nostro più grande potere.



Di Sea Joshua; Marocchino



Editora Fucsia. co



Non importa se consideriamo che l'8 marzo è una data speciale o no.




Non importa se crediamo nell'importanza di celebrare la lotta dei nostri fedeli attraverso la storia per arrivare dove siamo oggi o se crediamo che sia più una questione di una data profondamente condiscendente . Se crediamo che sia un giorno di gratitudine, un giorno per infiammare la nostra richiesta di diritti o un giorno come un altro.




Ovvio, siamo donne e non ci sarebbe alcuna possibilità di d'accordo su questo. S entimos, vivere e pensare in modo diverso che non v'è consenso che copre noi & hellip; & IQuest ;? O




Indipendentemente da tutto questo, è un D & iacute; perché noi siamo al centro dell'attenzione & oacute; ny come irrilevante come può sembrare, è l'occasione per pensare a noi stessi e responsabili di noi stessi come individui. il mondo di oggi




un mondo in cui le cose sembrano andare di male in peggio e che la differenza, la diversità e la libertà est & aacute; n è attaccato da fazioni sempre più & aacute; s forte potere reale il cambiamento sociale.




Non intendo solo le cose che ci sembrano lontane e che ripudiano a squarciagola come la forza che il radicalismo islamico ha preso che annulla completamente la donna. È sempre più facile sottolineare l'altro, che sembra alieno piuttosto che guardare dentro.



Non andare così lontano, no.



Se pensiamo che il presidente del cosiddetto mondo libero non abbia espresso apertamente la sua riluttante posizione riguardo al potere decisionale delle donne rispetto alla propria sessualità e alla propria corpo e che fermo e oacuto; Leggi su di esso circondate esclusivamente da uomini , Qualcosa dovrebbe avere un cattivo odore per noi.



Se pensiamo che un membro del Parlamento europeo osi dire durante una sessione plenaria che le donne dovrebbero guadagnare meno degli uomini perché sono più deboli, più piccoli e meno così Intelligente Dovremmo anche attivare una funzione di avviso. ( V ean tutto il discorso politico qui)



& iquest; Siamo pazzi dei radicali? Ti invito a incontrare i nostri vescovi e capi della Chiesa che non esitano ad affermare che il femminicidio è colpa nostra e che cerchiamo il nostro destino per non seguire le regole e le convenzioni che corrispondono.



La modernità accelerata ci fa dare tutto per scontato e crediamo che non dipenda da noi ma dagli altri per darci il posto che vogliamo avere nella società . Niente di più pericoloso di quello!



Vi ricordo che nell'Afghanistan degli anni settanta le donne erano uguali e avevano le stesse opportunità di Parigi, New York, Buenos Aires o Bogotà. e guarda come è cambiato. la cosa in meno di 20 anni. Non è una questione di religione o di società specifiche, ma delle cose che diamo per scontate e quelle cose che a poco a poco cominciano ad essere permesse (dal nostro consenso o dalla nostra indifferenza). Niente è qui scritto, per non dire vinto.



Quindi festeggia!



Oggi, domani e tutti i giorni della nostra vita festeggiamo ciò che siamo e ciò che non è come noi . Coloro che decidono di seguire il percorso e quelli che cercano di disegnarne uno alternativo. L così sognano di essere professionisti e coloro che hanno deciso di essere casalinghe . Coloro che vedono la luce attraverso i loro figli e quelli che non vogliono nemmeno essere mamme.



Senza cadere nel sentimentalismo o entrare in loro, che crediamo o meno nella festa della donna, dobbiamo festeggiare con ardore. In un mondo in cui le libertà sono minacciate, la consapevolezza di noi stessi nel nostro più grande potere.





Se ti piace, ti invitiamo a leggere molto di più sulle donne Fucsia e sul loro potere d'azione.


Maria Jos & eacute; Marocchino, Editora Fucsia. co





Antropologia e giornalista di viaggi, esperto

sullo stile di vita e il lusso digitale..
Nato e cresciuto a Bogot & aacute;, rifiniture

tra Par & iacute; s, Berl & iacute;. N Barcellona
Il tuo posto la montagna come la tua debolezza. libri Il tuo Sin & oacute; il benessere minimo : una tazza di t & eacute; verde. Instagram: @mightyjosephine



Foto: Ana Lorenzana






Powered by Blogger.