Il mondo è pronto a mettere fine alla bellezza?

¿está el mundo preparado para acabar con los reinados de belleza? Foto: Ingimage

In Argentina è in preparazione una proposta di legge per proibire concorsi di bellezza classificati sessisti, e in altre parti del mondo la gente inizia a pensare di dar loro un secondo piano. È tempo di terminare queste certificazioni?


Che cosa vuoi essere da grande? "Principessa", risponde Violeta , come molte ragazze della sua età in Argentina. Ma una legge cerca di porre fine alle regine di bellezza. (Leggi anche Pink for girls and blue for boys... Mai più!



Come Violeta, di sette anni, anche le ragazze sognano di essere "principessa per un giorno", e alcune di loro lo ottengono in centinaia di concorsi di bellezza che esistono in quasi tutti i partiti regionali del paese sudamericano. Ma il sogno del proprio regno è minacciato. Una proposta di legge vuole lasciare i sovrani senza uno scettro o una corona, mentre le competizioni popolari sono già state bandite dai "sessisti" in alcuni distretti come Chivilcoy, 200 km a ovest della capitale argentina. Secondo l'autore del progetto, il deputato per il partito di governo (Frente para la Victoria, FPV) Gloria Bidegain "non è una mera discussione sulla validità o meno del titolo di regina. " " Tocca argomenti molto più importanti come la reificazione delle donne, il mercificazione del tuo corpo, ipersessualizzazione delle ragazze e disturbi alimentari " associati a canoni di bellezza che richiedono alta, magrezza e, per quanto possibile, bionda. (Leggi anche De Confuncio, che ha inventato la confusione e altre risposte reali) Chiede che secondo il legislatore costituisca "violenza simbolica" e sia il calcio per altre forme di aggressività. Ma per venerare "il più bello del partito" si riferisce a "tradizioni profondamente radicate nella nostra cultura che non possiamo identificare come cause che generano violenza" contro le donne, ha detto Bidegain. Foto: Ingimage - Regine in war - Le regine di bellezza argentine hanno urlato nel cielo e hanno messo le firme su Change. org, la piattaforma che promuove la solidarietà con varie cause , per frenare ciò che considerano "un attacco alla cultura di ogni città, ogni città e ogni regione". "I titoli delle giovani donne che rappresentano i loro luoghi d'origine, le loro feste sono molto più di una band, uno scettro e una corona, è tutto un città, una città che mostra la sua storia e il suo fascino per il mondo ", afferma la petizione che ha già raccolto 1.400 firme. Tuttavia, il progetto non cerca di eliminare feste regionali tradizionali, attrazione turistica ed economica , ma attira l'attenzione sull'inclusione di giovani e ragazze. Le competizioni hanno in Argentina varianti di bambini in cui una giuria di adulti nomina la regina tra le ragazze di 5 anni, come lo è stato per un quarto di secolo a Escobar, 50 km a nord di Buenos Aires , al festival annuale dei floricoltori in cui viene incoronata la "regina del bozzolo". Se la legge ha successo, i concorsi di bellezza per bambini saranno proibiti. (Lee anche Paulina Vega non mollerà Miss Universo) Eventi anacronistici - Ma l'Argentina è solo uno dei problemi dei concorsi di bellezza, considerati sempre più anacronistici. Russia , ad esempio, ha vietato i regni dei bambini nel 2014. Foto: Clarín. com. co Colombia
è stato provato a fare lo stesso. Lo scandalo suscitato nel gennaio 2015 dal contest contestato "Miss Tanguita". Il Festival Rio Suárez (Barbosa, Santander), che ha permesso ai genitori di avere bambini tra i 6 e i 10 anni in costume da bagno, ha generato polemiche perché è stato considerato promuovere la pornografia infantile e della violazione dei diritti delle ragazze. (Leggi anche Miss Tanguita, il riflesso della cultura narco in Colombia) Dopo lo scandalo, si sapeva che l'allora rappresentante Alba Luz Pinilla aveva Nel 2014 ha presentato una proposta di legge al Congresso per vietare i concorsi di bellezza per bambini. L'iniziativa è stata promossa per prevenire la promozione di disordini alimentari, bullismo e scarsa autostima tra le ragazze che fanno parte o vogliono partecipare alle competizioni. Nel primo dei quattro processi di approvazione il progetto è crollato e non è stato possibile evitare i regni dei bambini. Nel 2013, il Senato di La Francia ha approvato una proposta di vietarli per le ragazze sotto i 16 anni . Mentre era in Stati Uniti, il dibattito su questa pratica è stato riacceso, che riunisce circa 250.000 ragazze che partecipano a 5 mila di queste competizioni e che generano 5 mila milioni di dollari. Alcuni psicologi sottolineano che all'inizio non è dannoso per le ragazze essere coinvolti in certe attività, solitamente associate al loro genere. Il problema è che "inizi molto presto a distorcere l'immagine del tuo corpo, il suo aspetto e ciò che dovrebbe essere nella società". Precisamente ciò che preoccupa è che gli stereotipi continuino ad essere presenti e rafforzare un'idea di una donna che non esiste. Soprattutto quando, nonostante il determinante che è ancora il mondo della moda e della bellezza, sempre più si impegna per una donna più reale. E 'tempo di finire i concorsi di bellezza?
Powered by Blogger.